Tag

, , , , , , , , , , , , ,

Giorno della Memoria 2020 Displaced

All’interno del vecchio ghetto di Roma, in occasione del Giorno della Memoria, un percorso d’installazioni, opere e performance per commemorare i 75 anni dalla liberazione di Auschwitz. Infatti l’installazione di Warda Getzow è situata fra le case in via della Reginella, quella di Dodi Reifenberg è presso la cancellata della Sinagoga di fronte alla chiesa di San Gregorio a Ponte Quattro Capi, mentre l’installazione di Andrzej Paruzel è realizzata in memoria dei 2200 abitanti ebrei di un villaggio, uccisi nella foresta dalle squadre naziste in Polonia. I lavori di Paquale Altieri e di Riszard Wasko sono presentati nella Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea di Palazzo Mattei di Giove; la performance di danza di Tsuki ha inizio da via della Reginella e si svolge poi nelle strade intorno.

Gli artisti cercheranno di coinvolgere gli abitanti del rione e della città intera ed anche la popolazione Rom è invitata a partecipare: il mondo di esperienze e di sperimentazione degli artisti diverrà, così, la base ideale di comprensione della storia collettiva.
Infatti Displaced persons, nome storico dalla valenza sia positiva che negativa, é il tema in ricordo della storia dell’Europa, quando alla fine della Seconda Guerra Mondiale i campi di sterminio sono stati liberati dagli eserciti degli alleati. Undici milioni di prigionieri, fra i quali solo poche migliaia di ebrei sopravvissuti, non sapevano più dove tornare. Le case, le proprie vite erano distrutte, occupate da altri. Dove ritornare? Bisognava provare a ricostruire una storia personale e molte scelte dipendevano dall’età, dalle forze, dalla storia del proprio paese, dalle scelte politiche e dalle nuove leggi sull’emigrazione. Dal Paradiso alla Terra (Adamo ed Eva nella Bibbia), dalla terra all’universo: Displaced non è un pensiero punitivo, ma diviene positivo e si identifica con il desiderio della conoscenza, della libertà delle scelte. Attraverso la consapevolezza e la conoscenza è possibile scegliere in modo nuovo e diverso, reinventare, trasformare, in un percorso comune che illumina e arricchisce.

****************************

Displaced
Pasquale Altieri (Italia,) Patrizia Bisci per la Fondazione di Berlino‚Theater und Kunst Diletta Benincasa, Varda Getzow (Israele), Andrzej Paruzel (Polonia), Dodi Reifenberg (Israele), Tsuki (Australia), Ryszard Wasko (Polonia)
Dal 27 gennaio al 27 febbraio 2020

Via della Reginella
Cancellata della Sinagoga di fronte alla Chiesa di San Gregorio a Ponte Quattro Capi
Roma

promossa dalla Fondazione Theater und Kunst Diletta Benincasa – Berlino
con la collaborazione della Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea – Roma

****************************