Tag

, , , , ,

di Alessandro Borghesan

AB Libri i cercatori di ossaSu internet parlano di questo romanzo come il prequel di Jurassic Park e in effetti l’autore è quello, Michael Crichton, al che tu, fan sfegatato della serie, senza leggere la quarta di copertina ti aspetti magari di trovare un giovane John Hammond che, alle prese con zanzare preistoriche intrappolate nella resina o ossa di dinosauro incastonate nella roccia, decide di mettere in piedi un parco di bestioni autentici.

E invece, caro fan sfegatato, di John Hammond, Alan Grant e Ian Malcom non c’è traccia. C’è invece un tale William Johnson, studente di Yale che a fine 800 si aggrega alla spedizione del prof. Othniel Marsh, noto (reale) paleontologo, alla ricerca di ossa di dinosauro sepolte in territorio indiano.

E forse di prequel si potrebbe parlare visto che quelle scoperte rappresentano probabilmente il punto di svolta della paleontologia, grazie al gran numero di ossa e specie scoperte dal sopracitato Marsh e dal suo avversario Edward Cope: Brontosauro, Triceratopo e Stegosauro tanto per citare i più famosi.

Il romanzo di Crichton non va però a concentrarsi prevalentemente sulla scoperta delle ossa ma sulle avventure di contorno dei nostri personaggi, ecco allora che la storia si trasforma in un autentico western con tanto di attacchi da parte dei Sioux, diligenze in corsa attaccate dai banditi, sparatorie fuori dai saloon e così via.

Wyatt Earp vi dice qualcosa? Agli appassionati sicuramente, bè c’è anche lui e lo si trova nella sperduta cittadina di Deadwood dove accorre in aiuto del protagonista che, isolato dal resto del gruppo, si trova a dover difendere strenuamente un prezioso carico.

Oltre ai personaggi famosi e non, tutti realmente esistiti, la bravura di Crichton mette in scena anche parecchi dettagli storici del periodo, incentrati per lo più sulle guerre indiane e sull’evoluzione di una nazione destinata a diventare la più potente al mondo, citando tra gli altri il Generale Custer e Toro Seduto.

Davanti a questa sfilata di grandi figure della storia americana si pone sempre e comunque il protagonista William Johnson, che riesce a coinvolgere il lettore nelle sue avventure grazie al suo senso dell’onore e forse grazie anche ad un poco di ingenuità.

L’autore riesce a dare alle ossa un’importanza di riflesso rispetto a tutta la storia, ma facendo in modo che esse rimangano sempre le vere protagoniste di tutto quanto accaduto a Johnson tra il 1875 e il 1876.

Il romanzo è postumo dal momento che Michael Crichton è scomparso da ormai dieci anni. Nella postfazione è la moglie a raccontare di aver trovato il manoscritto tra i lasciti del marito, ritenendolo meritevole di una pubblicazione a più di quarant’anni dalla sua stesura, essendo senza dubbio la genesi di ciò che poi è divenuto Jurassic Park.

Non ci sarà il T-Rex, non ci saranno i Raptor e non ci sarà un gruppo di scienziati alla scoperta di un parco di dinosauri; ma in compenso ci sono le splendide descrizioni delle terre dove questi enormi animali hanno dominato fino alla loro estinzione, ci sono le avventure di un gruppo di studiosi alle prese con indiani vendicativi e c’è la guerra, altrettanto famosa in ambito scientifico, tra due importanti figure come Marsh e Cope.

Che dite? Non si tratta comunque di un valido invito ad unirvi alla caccia delle ossa?

 ****************************

Titolo: I cercatori di ossa
Titolo originale: Dragon Teeth
Autore: Michael Crichton
Traduttore: D. Comerlati
Editore: Garzanti (Collana Narratori Moderni), 2018, pp. 276

***************************

 

 

Annunci